Attesa

Ieri fu una giornata triste. Oggi, invece, è stato un completo disastro.

So per esperienza che le giornate no ci sono, che noi le desideriamo o meno, ma non posso non rimanere sconvolta ogni volta che, magnificamente, tutto va per il verso sbagliato, senza margine d’errore. Peccato davvero, perché oltre alle settimane già incasinate come da programma, per me le prossime non saranno migliori.

Non sono pessimista, bensì solo consapevole di ciò che mi attende – dato che molte di quelle cose sono il frutto delle mie scelte, sagge o avventate che dir si voglia. E parlando di attesa, davvero mi stizza attendere, è una delle cose che mi crea più fastidio.

Che sia in uno studio medico o a casa propria, che sia una notizia importante o dei giorni che si avvicinano lentamente. Forse l’unica attesa che non mi scoccia troppo è quella del treno – nei limiti ovviamente.

Fatto sta che l’attesa è uno dei momenti più snervanti che io conosca, soprattutto quando la puntualità è un optional. Preferirei essere davanti al problema, affrontarlo, piuttosto che aspettarlo. Nell’attesa non sai cosa fare, come comportarti e cosa aspettarti. Fai mille ipotesi mentali su quel che accadrà, sulle reazioni tue e degli altri e cosa ancor più brutta, ti crei delle aspettative.

Poche volte sono riuscita a godermi l’attesa, a farmela piacere anche. Ma trovo sia più semplice improvvisare sul momento, piuttosto che aspettare qualcosa che non si sa quando arriverà.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...