Scegliere se stessi

Il tempo scorre rapidamente e con esso la sensazione di essere ingabbiata in qualcosa di più grande aumenta. Non riconosco più la differenza tra un giorno e l’altro, tra quelli che erano i desideri di prima e quelli di adesso: il rintontimento prosegue senza tregua.

Cosa fare?

Ognuno di noi ragiona in modo diverso, pensa e si esprime in modi non sempre chiari. Allora una si ingegna per capire, comprendere l’altro: qualche volta riuscendoci, qualche volta no, qualche volta raggiungendo solo l’illusione di esserci riuscita.

Eppure “mettersi nei panni dell’altro” non sempre aiuta: e me stessa?

Mettersi da parte, anche per poco tempo, per dare priorità ad un’altra persona. Poi iniziare a ragionare come quella persona, per cercare di capirla al meglio. E… puff! ad un certo punto si perde la strada e si dimentica dove si stava andando, desideri compresi.

Non è il caso di decidere se e quanto ne valga la pena, ma forse, più che altro, conviene chiedersi come mantenere una certa coscienza, una lucidità che in alcuni momenti viene meno. Affidare se stessi agli altri è sempre un’incognita: sai come parti, non hai idea di come torni.

Me stesso. Non devo dimenticare chi sono e perché no, cosa voglio. probabilmente l’equilibrio si trova li, ad un passo dagli altri e a uno da se stessi.

Sinceramente, rispetto agli altri conviene scegliere se stessi, perché siamo le uniche persone con cui convivremo per sempre e faremo i conti giorno dopo giorno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...